Encod.org
Europe


GOLD MEMBERS


RED MEMBERS


GREEN MEMBERS

CBD Products sro
GetSmokin’
Sam Vanden Auweele
BioTabs
Barney’s Farm
Petr Konecny
Cannabis Cura Sicilia
Alberto Saint Cort
NORML FRANCE
A.C.C. IPANEMA
Cannabis Social Club - Bozen
Bill Griffin
Enecta C.V.
SeedMarket.com
LA MACA
NEWSWEED
IRKA
SANTYERBASI GROWSHOPS
ZRK.SI - Cannabis regulation institute Slovenia
MEDICINAL STAR’S
ALBO SHANTI
FIELDS OF GREEN FOR ALL
CIRCULO SECTORIAL CANNABICO
ARGE CANNA
Sensi Seeds
Asociacion Cannabica 4/20
COL.CAN.CAN
Bart B
OVERGROW.IT
GROWERLINE
CANAPA INFO POINT
Manuel Fernandez
LEOLED GROW LIGHTS
Marco Moscatelli
Associazione Culturale Tuanis - Canapamundi
Andrej Kurnik
Hanfinstitut
TREE OF LIFE - AMSTERDAM CANNABIS SOCIAL CLUB
Francis Costelloe
High Supplies - Cannabis Seeds Shop
PARADISE SEEDS
Patrick Firnkes
Assonabis
Coffeeshop Pink

MEMBERSHIP / view all

 
Home > Italiano (it) > Azioni ed eventi > CAMPAGNE > LIBERTA DI COLTIVARE
Pubblicato il 13 gennaio 2014  di encod

LIBERTA DI COLTIVARE

Chiediamo all’Onu di stabilire il diritto di ogni cittadino adulto del mondo di coltivare e possedere piante esistenti in natura per l’uso personale e per scopi non commerciali, usando tutto l’equipaggiamento tecnico disponibile per questo scopo.



Tutte le versioni di questo articolo: [English] [slovenčina] [Español] [Português] [slovenčina] [français] [Deutsch] [italiano] [Nederlands]





Photo: Paul von Hartmann

Per migliaia di anni, in tutto il mondo, gli uomini hanno coltivato cannabis, foglie di coca, oppio e altre piante per curare il corpo e la mente, o per altri scopi utili. Oggi almeno 35 milioni di persone nell’Unione Europea, e più di 200 milioni di persone in tutto il mondo, continuano ad usare alcune di queste piante.

Dal 1961, però, a seguito dei limiti imposti da una Convenzione Onu che è applicata in quasi tutti i paesi del mondo, queste piante sono proibite. Per averle coltivate, commerciate o consumate, molte persone sono state uccise, torturate, imprigionate, stigmatizzate, rovinate.

Il consumo di droghe può causare problemi – specialmente tra i giovani. Ma il fatto che le droghe siano proibite ha conseguenze disastrose. Costringe i consumatori a stili di vita che possono diventare nocivi a loro stessi ed anche agli altri, e crea problemi sanitari che potrebbero facilmente essere evitati. La proibizione delle droghe implica la rinuncia a controllare il mercato delle droghe a vantaggio della criminalità organizzata. Mentre si spendono cospicui fondi pubblici per combattere la “guerra alla droga”, tutte le evidenze scientifiche dimostrano che questo approccio è inefficace e controproducente.

Encod è una piattaforma europea di cittadini che auspicano un approccio intelligente ed efficace ai problemi delle droghe. Noi riteniamo che solo una regolamentazione legale del mercato delle droghe ridurrà questi problemi. Tale regolamentazione migliorerà gli standard di vita di milioni di persone, riducendo in modo significativo una delle principali fonti mondiali di reddito criminale.

Uno dei nostri obiettivi è modificare la Convenzione del 1961 sulle droghe. Chiediamo all’Onu di stabilire il diritto di ogni cittadino adulto del mondo di coltivare e possedere piante esistenti in natura per l’uso personale e per scopi non commerciali, usando tutto l’equipaggiamento tecnico disponibile per questo scopo. Allo stesso tempo, i singoli paesi dovrebbero essere lasciati liberi di sperimentare politiche che non si basino sul proibizionismo.

La guerra alla droga deve finire. Aiutaci a dichiarare la pace. Sostieni Encod.





Share |






The European Coalition for Just and Effective Drug Policies, is a pan-European network of currently 160 NGO’s and individual experts involved in the drug issue on a daily base. We are the European section of an International Coalition, which consists of more than 400 NGOs from around the world that have adhered to a Manifesto for Just and Effective Drug Policies (established in 1998). Among our members are organisations of cannabis and other drug users, of health workers, researchers, grassroot activists as well as companies.


E-mail Secretariat: office (at) encod.org Privacy: Updated August 2017
© Encod.org 2014 :: Design by: Navetrece.com